MAGAZINE l'industriale presents new and used machine tools available from the best european dealers and also interviews, economy, exhibitions, news from industry...

FIND MORE»
MACHINES FOR SALE

Search from thousands of new and used machine tools for sale, from auctions, clearance sales and bankruptcies.

WANTED ADS

Read the wanted ads of machine tools.

SELL YOUR MACHINE

Register your company and enter your used and new machine tools for sale.

MAGAZINE
l'industriale presents new and used machine tools available from the best european dealers and also interviews, economy, exhibitions, news from industry...
LOOK AT 
LAST ISSUE
SUBSCRIBE TO
L'INDUSTRIALE
FIND MORE»
FIND A 
DEALER
dealer
country
state/province
FAIRS
Main ITALIAN AND FOREIGN EXHIBITIONS related to the world of metalworking
FAIRS LISTING
FEDERMACCHINE / PERPLESSITÀ SU POSSIBILE TRASFERIMENTO “INTERNAZIONALIZZAZIONE” A MINISTERO AFFARI ESTERI
Giuseppe Lesce, presidente Federmacchine, la federazione dei costruttori italiani di beni strumentali che rappresenta un comparto da oltre 49 miliardi di fatturato, di cui circa il 70% destinato all’estero, ha espresso grande perplessità a riguardo del paventato trasferimento dell’attività di internazionalizzazione dal Ministero Sviluppo Economico al Ministero Affari Esteri.

“L’Italia è un Paese a forte vocazione esportatrice ed il comparto rappresentato da FEDERMACCHINE, è tra quelli che maggiormente contribuiscono al saldo positivo della bilancia commerciale del paese. Per questo ritengo sia importante che all’internazionalizzazione fosse dedicato un apposito Ministero come avveniva nel recente passato. Il possibile passaggio di competenze su internazionalizzazione e politica commerciale al Ministero degli Affari Esteri mi lascia oltremodo perplesso. In questi anni il Ministero dello Sviluppo Economico ha ottenuto importanti risultati anche in campi particolari e strategici come le procedure per i prodotti utilizzabili sia per uso civile che militare. Perché cambiare?”

“Conoscendo la capacità e l’importante lavoro che svolge la nostra diplomazia economica occorrerebbe invece favorire la collaborazione sinergica fra la suddetta diplomazia e la componente più industriale che si occupa di commercio estero”.